Buona gara per le nostre Giulia Bernetti (Es B, + 70 kg) e Sara Mitrovic (ES A – 52 kg) che ieri hanno dimostrato molto carattere nell’affrontare le avversarie.

Nel primo incontro Giulia ha messo a segno un waza ari, che poi, purtroppo, non ha saputo amministrare fino alla fine, subendo ippon negli ultimi 20 secondi di gara. 
Si è rifatta al secondo incontro, in cui, arrivata al golden score, uno dei primi mai affrontati, ha vinto di waza ari con un bel guizzo di soto makikomi. Purtroppo, per la differenza punti con le avversarie del girone all’italiana, si ritrova al collo la medaglia di bronzo, pur avendo sconfitto la vincitrice della categoria. L’esperienza si rivela in ogni caso utile in preparazione del Gran Prix in Emilia Romagna fra tre settimane.

Primo incontro vinto abbastanza agilmente per Sara, che marca waza ari di tai otoshi e conclude l’opera a terra con waza ari awasete ippon.
Il secondo incontro la vede subire waza ari di morote seoi nage dopo pochi secondi. Si riprende poco dopo rispondendo anche lei con un waza ari conquistato a terra. Si arriva al golden score. Sara riesce a parare ripetutamente i morote dell’avversaria e la gara prosegue per ben sei minuti supplementari. Alla fine Sara cede, ma esce tra gli applausi del pubblico, così come la sua avversaria. Così, dopo una sequela di gare nelle quali ha dimostrato insieme crescita, maturità e determinazione notevoli per la sua età, si guadagna di diritto la cintura arancione, confermata anche da un buon esame in palestra. Brava Sara, complimenti, la strada è lunghissima, ma l’esordio promette bene per ora!